AD THEATRUM – Il mistero di Alcesti – Tefteri

Mercoledì 24 luglio 2019

IL MISTERO DI ALCESTI – Liceo ‘Cagnazzi’ di Altamura

Spettacolo a cura del liceo ‘Cagnazzi’ di Altamura e del liceo ‘Calamo’ di Ostuni-Officina del Sole
con la regia di Alessandro Fiorella
Scopo del lavoro è rivisitare con devozione una leggenda antica per renderla, se possibile, più immediata e accessibile, per ricavarne da una parte l’eterna tragicommedia del lutto, il girotondo degli inopportuni e degli indifferenti sempre presenti intorno ad un letto funebre, e dall’altra gli aspetti quasi liturgici, il gioco di morte e resurrezione, o quantomeno la speranza di redimere un ricordo.
Da sempre i critici si chiedono se questo testo drammatico, che è un “ibrido”, possa acquisire anche i tratti della commedia. Il mistero della morte a poco a poco invade tutta l’opera e ciò nonostante, questa storia edificante ci fa sorridere e sognare e ci commuove.
Il sacrificio rituale della regina diventa per noi un sacrificio psicologico.
La musica che accompagna dal vivo lo spettacolo scava nei reperti linguistici della musica greca, come lo è il greco che si parla nella Grecia salentina e alcuni tappeti sonori prendono ispirazione da melodie ipnotiche delle veglie funebri per arrivare a danze rituali.

TEFTERI – Liceo ‘Calamo’ di Ostuni

Se non ci fossero gli alberi, il cielo cadrebbe sulla terra?
E se gli alberi parlassero, gli uomini si accorgerebbero forse di esistere?
Capita così a Odis, epico avventuriero, alla scoperta di luoghi e di unsè nascosto; così succede a Nerone, tiranno suicida, unito e intrappolato in un tronco d’albero, che immobilizza e scatena la sua incontenibile esuberanza e velleitaria visibilità.
Intorno, le Ninfe danzano in silvestri rituali, mentre il saggio Tebib ne celebra la solenne sacralità.
Ma se gli alberi camminassero, esisterebbe ancora il tempo? E gli spazi?
In viaggio le distanze si annullano e la Storia confonde e sovrappone il suo verso: nei riflessi del mare si specchiano vite, sogni e affanni, perchè ogni mare trova la sua terra, gli odori erborei e le fatiche delle sue pieghe, come in un tefteri che pazientemente accoglie conti sospesi e incredibili scoperte.
Una improbabile Odissea al femminile, un particolarissimo diario di viaggio, che intreccia racconti e incontri in luoghi fisici o del tutto immaginati e vissuti interiormente.
Annotazioni educative: l’ironia per sospendere gli eccessi e le velleità dei costi; la sapiente curiosità per scoprire il valore dei benefici.

ℹINFO
Il parco è provvisto di un punto ristoro e di toilette
➡️Costo biglietti: 6 euro
Riduzione studenti: 50 %
Info e prenotazione biglietti:
📞3311006503 – 3914615581
📧infofestivaladtheatrum@gmail.com